viafabbri43.net
ScattiExtrasTraduzioni
Discografia
In breve...
Folk beat n. 1
Due anni dopo
L'isola non trovata
Radici
Opera Buffa
Stanze di vita quotidiana
Via Paolo Fabbri 43
Amerigo
Album concerto
Metropolis
Guccini
Fra la via Emilia e il West
Signora Bovary
Quasi come Dumas
Quello che non...
Parnassius Guccinii
D'amore, di morte e di altre sciocchezze
Guccini Live Collection
Stagioni
Guccini Live @ RTSI
Ritratti
Anfiteatro Live
The Platinum Collection
Storia di altre storie
L'ultima Thule
Universo gucciniano:
Sito ufficiale
Guccini.net
Rispieghiamo Guccini...
Guccini Fan Club
La Locomotiva (cover band)
40 anni dopo (cover band)
La locomotiva
Guccini by Cirigliano
Fra la via Emilia e il West
I Cazzari & Guccini
Segnala un sito!

Argentina (testo)


Canzone per la prima volta pubblicata nell'album "Guccini" del 1983



Il treno, ah, un treno sempre cos banale se non un treno della prateria
o non un tuo "Orient Express" speciale, locomotiva di fantasia.
L' aereo, ah, l' aereo invece alluminio lucente, l' aereo davvero saltare il fosso,
l' aereo sempre "The Spirit of Saint Louis" ,"Barone Rosso"
e allora ti prende quella voglia di volare che ti fa gridare in un giorno sfinito,
di quando vedi un jumbo decollare e sembra che s' innalzi all'infinito.

E allora, perch non andare in Argentina? Mollare tutto e andare in Argentina,
per vedere com' fatta l'Argentina...

Il tassista, ah, il tassista non perse un istante a dirci che era pure lui italiano,
gaucho di Sondrio o Varese, ghigna da emigrante, impantanato laggi lontano.
Poi quelle strade di auto scarburate e quella gente anni '50 gi veduta,
tuffato in una vita ritrovata, vera e vissuta,
come entrare a caso in un portone di fresco, scale e odori abituali,
posar la giacca, fare colazione e ritrovarsi in giorni e volti uguali,

perch io ci ho gi vissuto in Argentina, chiss come mi chiamavo in Argentina
e che vita facevo in Argentina?

Poi un giorno, disegnando un labirinto di passi tuoi per quei selciati alieni
ti accorgi con la forza dell' istinto che non son tuoi e tu non gli appartieni,
e tutto invece la dimostrazione di quel poco che a vivere ci dato
e l' Argentina solo l' espressione di un' equazione senza risultato,
come i posti in cui non si vivr, come la gente che non incontreremo,
tutta la gente che non ci amer, quello che non facciamo e non faremo,
anche se prendi sempre delle cose, anche se qualche cosa lasci in giro,
non sai se come un seme che d fiore o polvere che vola ad un respiro.

L' Argentina, l' Argentina, che tensione! Quella Croce del Sud nel cielo terso,
la capovolta ambiguit d' Orione e l' orizzonte sembra perverso.
Ma quando ti entra quella nostalgia che prende a volte per il non provato
c' la notte, ah, la notte, e tutto via, allontanato.
E quella che ti aspetta un' alba uguale che ti si offre come una visione,
la stessa del tuo cielo boreale, l'alba dolce che d consolazione

e allora, com' tutto uguale in Argentina! Oppure, chiss com' fatta l' Argentina,
e allora... "Don't cry for me, Argentina"...


Menu rapido: Biografia | Notizie | Discografia | Bibliografia | Foto | Extras | Traduzioni


Aggiungi ai Preferiti
Copyleft 2004-2012. Brugnoni / Ciofanskj / Favero / Grilli. Lo chiamavano disclaimer.
viafabbri43.net non legato alla Emi Music o al sito ufficiale di Francesco Guccini.
Sito disegnato da Diego Brugnoni e Pietro Gregorini.