viafabbri43.net
Scatti
Discografia
In breve...
Folk beat n. 1
Due anni dopo
L'isola non trovata
Radici
Opera Buffa
Stanze di vita quotidiana
Via Paolo Fabbri 43
Amerigo
Album concerto
Metropolis
Guccini
Fra la via Emilia e il West
Signora Bovary
Quasi come Dumas
Quello che non...
Parnassius Guccinii
D'amore, di morte e di altre sciocchezze
Guccini Live Collection
Stagioni
Guccini Live @ RTSI
Ritratti
Anfiteatro Live
The Platinum Collection
Storia di altre storie
L'ultima Thule

FRANCESCO
La biografia

NOTIZIE
News da PÓvana

DISCOGRAFIA
Album e testi

BIBLIOGRAFIA
Libri di/su Guccini

SCATTI
Foto gucciniane

MISCELLANEA
Materiale vario e raro

TRADUZIONI
Guccini in Esperanto


Segnala un sito!

La collina (testo)


Canzone per la prima volta pubblicata nell'album "L'isola non trovata" del 1971



Dove finisce la cittÓ, dove il rumore se ne va,
c'Ŕ una collina che nessuno vede mai
perchŔ una nebbia come un velo la ricopre fino al cielo dall' eternitÓ...

Nessuno mai la troverÓ la strada, forse in altra etÓ
si Ŕ conosciuta, ma l' abbiam scordata ormai:
l' abbiam scordata e si Ŕ perduta lungo i giorni della vita dall'eternitÓ...

Forse l' abbiam vista nel passato, ma il ricordo se n'Ŕ andato dalla mente.
Cercala negli angoli del sogno per portarla lungo il mondo del presente.
Oh, se solamente io potessi rivederla com'Ŕ adesso per un'ora!
So di fiori grandi come soli ma mi sfuggono i colori, ancora.

Ricordo che alla sommitÓ c'Ŕ un uomo che sta sempre lÓ,
per impedire che qualcuno cada gi¨
da quella magica collina, dalla parte che declina e non ritorni pi¨...

Anch'io tra i fiori, tempo fa, giocavo sulla sommitÓ
con i compagni miei, dentro alla segale,
ma il prenditore non mi ha scorto quando son caduto al mondo per l'eternitÓ...


Menu rapido: Biografia | Notizie | Discografia | Bibliografia | Foto | Extras | Traduzioni


Copyleft Copyleft 2004-2012. Brugnoni / Ciofanskj. Lo chiamavano źdisclaimer╗.
viafabbri43.net Ŕ un sito archiviato nel 2012. Il sito ufficiale di Francesco Guccini Ŕ www.francescoguccini.it
Sito disegnato da Diego Brugnoni e Pietro Gregorini.